Festa di Casatenovo

La festa di Casatenovo, come ogni anno, cade “la terza domenica di luglio”, in concomitanza con la ricorrenza della Madonna del Carmelo (16 luglio). Tutte le strade e le case antistanti la chiesa di S. Giorgio sono vestite a festa per entrambe le occasioni!

Tra le vie del centro si può passeggiare tra le coloratissime bancarelle sia di espositori locali che delle associazioni del territorio: un’occasione in più per far conoscere qualche aspetto del nostro territorio che talvolta passa in secondo piano.

Immancabile la Pesca di Beneficienza organizzata nell’ex-oratorio femminile e i divertenti intrattenimenti durante l’Open Day della RSA M. Monzini.

Un breve accenno storico alla Madonna del Carmelo:

Il 16 luglio ricorre una festa mariana molto importante nella Tradizione della Chiesa: la Madonna del Carmelo, una delle devozioni più antiche e più amate dalla cristianità, legata alla storia e ai valori spirituali dell’Ordine dei frati della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Carmelitani). La festa liturgica fu istituita per commemorare l’apparizione del 16 luglio 1251 a san Simone Stock, all’epoca priore generale dell’ordine carmelitano, durante la quale la Madonna gli consegnò uno scapolare (dal latino scapula, spalla) in tessuto, rivelandogli notevoli privilegi connessi al suo culto.
Proprio a san Simone Stock, che propagò la devozione della Madonna del Carmelo e compose per Lei un bellissimo inno, il Flos Carmeli, la Madonna assicurò che a quanti si fossero spenti indossando lo scapolare sarebbero stati liberati dalle pene del Purgatorio, affermando: «Questo è il privilegio per te e per i tuoi: chiunque morirà rivestendolo, sarà salvo». La consacrazione alla Madonna, mediante lo scapolare, si traduce anzitutto nello sforzo di imitarla, almeno negli intenti, a fare ogni cosa come Lei l’avrebbe compiuta.

 

Piccola curiosità: a Casatenovo, vicino a Campofiorenzo, c’è una zona denominata “Montecarmelo” chiamata così per la Madonna del Carmelo del “Cantinom”

G.S.